La zucca: "spaventosa" bontà


Le zucche sono i frutti di piante della famiglia delle Cucurbitaceae e sono molto conosciute per il loro sapore dolciastro che si adatta particolarmente ai gusti dei bambini. In questo periodo dell’anno questo frutto è particolarmente famoso come “zucca di Halloween “(Cucurbita maxima).

Lo svuotamento e l’incisione della zucca è una tradizione anglosassone che si sta diffondendo sempre più in Italia. Oltre all’aspetto ludico associato alla preparazione di zucche per Halloween svotandole e incidendole a formare facce spaventose , la zucca arancione commestibile è un vero toccasano per la la salute di tutti.

100 g di questo frutto apporta solo 18 Kcal derivanti principalmente dalla presenza di carboidrati che contribuiscono al suo peculiare gusto dolce; non contiene grassi saturi (cattivi) e colesterolo e, inoltre, in essa troviamo tutti i 9 amminoacidi essenziali (i mattoncini che formano le proteine che noi non siamo in grado di sintetizzare e che dobbiamo quindi apportare con la dieta) e un’ottima quantità di fibre.

Ma non finisce qui! Questo frutto è ricco di antiossidanti, come la vit. A, C ed E, e carotenoidi tra cui il beta-carotene, implicato nella protezione della pelle dai danni dell’eccessiva esposizione al sole e ottimo agente anti-infiammatorio, e l’alfa carotene che può rallentare il processo d’invecchiamento agendo come protettore della funzionalità visiva ed è utile nella prevenzione della crescita tumorale, in particolare per il tumore della prostata. La zucca è anche un’ottima fonte di vitamine del gruppo B (tra cui folato 4%RDA) e di minerali come calcio, potassio, fosforo, rame, ferro e zinco. Purtroppo la cottura della zucca incide in maniera considerevole sulla perdità in quantita di quasi tutte le vitamine. Ma… ci sono ancora i semi della zucca!!! Sicuramente i migliori componenti del frutto presentano la più alta quantità di amminoacidi, grassi monoinsaturi e polinsaturi (OK), minerali e antiossidanti tra cui la presnza cospicua del beta sitosterolo. I fitosteroli possodo aiutare nell’abbassare il colesterolo totale e quello LDL (cattivo) inibendo l’assorbimento del colesterolo della dieta ed è fattore di prevenzione per alcuni tumori. β-Sitosterolo inoltre è utile nel trattamento del iperplasia benigna prostatica. Una dieta che prevede l’utilizzo di semi di zucca è stata inoltre associata a un diminuizione del rischio di tumore gastrico, del polmone, del seno e colonrettale. Un alimento adatto anche ai diabetici con un carico glicemico ridotto.



21 visualizzazioni