Un nuovo concetto di obesità: obesità del normopeso


http://america.pink/normal-weight-obesity_3256623.html

Un nuovo concetto di obesità in soggetti normopeso (NWO) è stato proposto in uno studio tutto italiano pubblicato nel Gennaio 2016 sul "World Journal of Gastroenterology".

In questo articolo si prendono in considerazione soggetti con un normale indice di massa corporea BMI (!8,5-24,9 Kg/m2)con alta percentuale di di grasso corporeo (uomini≥23,5% e donne ≥29,2%), associato ad un alto grado di infiammazione vascolare e rischio di malattie cardiometaboliche e, il grasso corporeo è il maggior fattore contribuente.

Si stima una prevalenza mondiale del 10% di NWO, maggiore nelle donne che negli uomini e che cresce considerevolmente con l’età. La sindrome NWO è caratterizzata da alto livello di stress ossidativo, un primario stato d’infiammazione e piccole anormalità metaboliche.Interazioni tra fattori genetici ed ambientali come dieta e stile di vita, sovranutrizione e sedentarietà in particolare, promuovono il progresso e la patogenesi di malattie che sono “dormienti” nel nostro DNA ma che possono essere accese da una dieta sbagliata e uno stile di vita errato. E’ quindi molto importante capire la connessione tra composizione corporea e varianti genetiche ( ogni essere umano ha infatti un proprio DNA) al fine di ridurre il rischio di obesità sarcopenica, ovvero la riduzione di massa muscolare scheletrica associata a limitazioni funzionali e aumento della mortalità.

World J Gastroenterol 2016 January 14;22(2): 681-703


40 visualizzazioni