Ancora cattiva informazione..!


Il presidente Calcatelli scrive alla redazione del settimanale “Starbene” | Ordine Nazionale dei Biologi

Di seguito pubblichiamo una lettera inviata il 24 febbraio 2017, dal presidente Ermanno Calcatelli al direttore responsabile del settimanale “Starbene”, Annalisa Monfreda.


Nel testo, il presidente dell’ONB chiede alla redazione del settimanale di rettificare le notizie fornite nell’articolo dal titolo “Ma che differenza c’è tra dietologo e biologo nutrizionista?”, poiché le informazioni riportate, relative alle competenze professionali dei biologi nutrizionisti, risultano inesatte e lesive per l’intera categoria.

In particolare si esprime in questi termini:"...il dietologo è il professionista di riferimento più titolato (conosce il funzionamento dell'organismo e sa tutto sulla nutrizione) per aiutare a dimagrire sia persone sane, e sia quelle che hanno qualche patologia..." e che " il biologo nutrizionista può mettere a dieta solo chi è sano..." (pag.20, n°10, 21 febbraio 2017)

Su questo punto è dato pacifico che il biologo nutrizionista può elaborare profili nutrizionali "diete" sia a persone sane che a coloro che presentano una patologia DIAGNOSTICATA. E' ovvio che un biologo non può prescrivere farmaci perchè, seppur conoscendone le dinamiche metaboliche, non possiede le conoscenze cliniche di un medico. I due professionisti DOVREBBERO PROPORRE UNA COLLOBAROZIONE AL FINE ULTIMO DI OTTENERE LA MASSIMA EFFICACIA TERAPEUTICA. Per cui se avete una patologia accertata da un medico potete rivolgervi tranquillamente a un biologo nutrizionista che abbia un percorso di studi in nutrizione. Se volete invece dimagrire con l'ausilio di farmaci anoressizzanti, sia voi siate sani che malati, allora siete obbligati a rivolgervi al dietologo, che analizzerà se il Vostro caso è da trattamento farmacologico o meno


9 visualizzazioni