Guacamole sì, senza abusarne però...


L'avocado è un frutto originario dell’America centro-meridionale e veniva coltivato già dalle popolazioni originarie azteche. È un frutto ricco di calcio (13 mg/100g) e potassio (450mg/100g), fosforo (44mg/100g) e fonte di vitamine quali: A, B1, B2,D, E, K, H, PP è molto utili per la salute dei capelli, degli occhi e del cervello. Viene usato da molte popolazioni come companatico del pane, perchè fresco, con una consistenza della polpa simile al burro e caratterizzata da un ottimo sapore dolciastro. L’avogato apporta molto energia derivante principalmente dalla presenza di grassi (lipidi 23%). Questi grassi sono principalmente grassi “buoni” come l’acido oleico (17,7%), con riconosciute proprietà salutistiche, di ω3 e ω6 con rapporto ω6/ ω3 di 15:1 ( raccomandazione max 6:1). La presenza di fibra e ac. oleico lo fanno rientrare in quegli alimenti utili a contrastare il diabete e a difendere il cuore, ricordando che, come tutti i vegetali, non contiene colesterolo. Ad ogni modo l’eccesso di acidi grassi ω6, e di conseguenza una riduzione degli ω3 nell’alimentazione, fornisce gli elementi per un maggior incremento di infiammazione silenziosa, la quale, a sua volta guida verso una nuova proliferazione di cellule grasse e verso uno potenziale stato di patologia.

Meglio non abusare di questo frutto, meglio non abusare di niente, proprio per il rapporto squilibrato di ω6/ ω3. La dieta ad alto contenuto di acidi grassi omega-6 infatti rompe l’equilibrio tra agenti pro- e anti-infiammatori promuovendo l’infiammazione cronica ed elevando il rischio di avere problemi di salute come l’asma, le allergie, il diabete e l’artrite ma anche per malattie come l’Alzheimer, le malattie cardiovascolari, il cancro e altre malattie infiammatorie.

Mi spiego meglio: non è l’uso di questo frutto che da solo produce tutte queste complicanze ma, l’abuso di esso in associazione con l’alimentazione di oggi spesso squilibrata, perchè caratterizzata da alto consumo di prodotti lavorati industrialmente e ricchi di sostanze che promuovono stati infiammatori silenti ( non ci si accorge di tal stato finchè non esordisce la malattia!) che le può promuovere.

Attenzione è anche un ottimo astringente infatti è anche usato contro la dissenteria.

RICETTA GUACAMOLE

(mi raccomando non esagerate, 1-3 cucchiai da minestra massimo!!!!)

1. 2-3 Avocado maturi: il frutto deve risultare morbido ad una leggera pressione delle dita,conservare in frigo per max 5-6 giorni.

2. 2 cipollotti o una cipolla di tropea

3. Un pomodoro fresco

4. Succo di 1-2 lime

5. Una manciata di coriandolo

6. Sale

Schiacciare con una forchetta (meglio non al mixer perchè il risultato sarebbe un omogenizzato) l’avogado fino a ridurlo in poltiglia, aggiungere i cipollotti a pezzettini, il pomodoro a pezzetti, il succo di lime, sale e il coriandolo e amalgamare il tutto. Se non servite subito coprire e lasciare riposare il tutto in frigorifero. Ottimo accompagnamento per carne bianca e pesceo della classica tortilla.


2 visualizzazioni